Dispersione e affido ceneri

Cosa fare delle ceneri

 

Dopo che la salma è stata cremata, il corpo viene trasformato in frammenti ossei che successivamente vengono sminuzzati al fine di creare una cenere. A seconda delle disposizioni indicate in vita dal defunto, e in alcuni casi anche dalle dichiarazioni indicate dagli aventi diritto, le ceneri vengono affidate dall'amministrazione comunale al coniuge, al parente più prossimo o a una persona indicata dal defunto, che provvede a custodirle all'interno di un'apposita urna collocata nella propria abitazione. In alternativa alla custodia nell'urna, in base a espressa volontà del defunto, le ceneri possono essere disperse in natura (mare, lago, fiumi o boschi), oppure, con il consenso del proprietario, in aree private all'aperto.

 

Il nostro supporto

 

Facendo affidamento sull'Impresa di Onoranze e Pompe Funebri Lodovico Il Moro è possibile ottenere tutto il supporto burocratico e operativo necessario a ottenere la possibilità di disporre per la dispersione o l'affido delle ceneri. Il personale dell'impresa sarà a disposizione dei famigliari del defunto per illustrare loro con cura e con assoluta chiarezza tutte le modalità e le tempistiche che la legge detta per quanto riguarda la gestione delle ceneri derivanti dalla cremazione della salma del defunto.